Ministero dell'Istruzione e del Merito

Seguici su:

PNRR missione 4

Durata

dal 1 Settembre 2022 al 31 Agosto 2024

Descrizione del progetto

Nel contesto della nostra scuola, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) rappresenta un passo significativo verso l’innovazione e il miglioramento dell’ambiente educativo. Grazie a un investimento di oltre 350.000 euro, la nostra scuola si appresta a intraprendere una serie di iniziative che avranno un impatto positivo e duraturo sulla qualità dell’istruzione e sull’esperienza degli studenti.

La creazione dei Next Generation Labs rappresenta una parte fondamentale di questo percorso. Questi laboratori all’avanguardia saranno luoghi di apprendimento innovativi, progettati per incoraggiare l’esplorazione, la sperimentazione e l’applicazione pratica delle conoscenze acquisite. Attraverso l’accesso a strumenti tecnologici avanzati e risorse didattiche interattive, gli studenti potranno sviluppare competenze pratiche e creative che li prepareranno per le sfide della società moderna.

Le Next Generations Classrooms rappresentano un ulteriore passo avanti nell’evoluzione dell’ambiente di apprendimento. Queste nuove classi sono progettate per favorire un apprendimento più personalizzato, interattivo e collaborativo. Gli spazi flessibili, l’accesso alle tecnologie e le diverse modalità di insegnamento renderanno l’istruzione più coinvolgente e adattata alle esigenze individuali degli studenti.

La terza linea di azione finanzierà una serie di iniziative contro la piaga della dispersione scolastica. Grazie a questa opportunità, stiamo sviluppando progetti mirati e strategie personalizzate per garantire che ogni studente abbia accesso a un’istruzione di qualità e abbia il supporto necessario per raggiungere il proprio potenziale. Con una forte enfasi sull’inclusione, sull’accompagnamento e sulla personalizzazione dell’apprendimento, ci impegniamo a creare un ambiente educativo che favorisca il successo formativo di ogni singolo individuo.

Oltre all’aspetto tecnologico, è importante sottolineare l’impegno della nostra scuola nella lotta alla dispersione scolastica. Con progetti mirati e strategie personalizzate, intendiamo creare un ambiente inclusivo e di supporto, garantendo che ogni studente abbia la possibilità di raggiungere il proprio potenziale e di conseguire il successo formativo.

In sintesi, il PNRR rappresenta un’opportunità senza precedenti per trasformare la nostra scuola in un centro di apprendimento all’avanguardia. Con l’implementazione dei Next Generation Labs, delle Next Generations Classrooms e dei progetti di contrasto alla dispersione scolastica, stiamo creando un futuro educativo più stimolante, inclusivo e allineato alle sfide della società moderna.

Obiettivi

All’interno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), sono stati definiti obiettivi specifici volti a rafforzare il settore dell’istruzione e a promuovere un sistema educativo moderno, inclusivo e all’avanguardia. Gli obiettivi del PNRR nel mondo della scuola includono:

Digitalizzazione dell’Istruzione: Promuovere la digitalizzazione dell’istruzione attraverso l’accesso a dispositivi e infrastrutture tecnologiche, formazione per insegnanti e sviluppo di contenuti didattici digitali. Questo obiettivo mira a rendere l’istruzione più interattiva, accessibile e allineata alle esigenze dell’era digitale.

  • Innovazione Pedagogica: Sostenere l’adozione di metodologie didattiche innovative e personalizzate, promuovendo l’apprendimento attivo, critico e collaborativo. Questo obiettivo mira a creare un ambiente di apprendimento stimolante e a preparare gli studenti alle sfide del futuro.
  • Riduzione dell’Abbandono Scolastico: Implementare misure mirate per prevenire l’abbandono scolastico precoce e promuovere il successo formativo. Questo obiettivo mira a garantire che ogni studente abbia accesso a un’istruzione di qualità e a supporti adeguati per il proprio percorso educativo.
  • Formazione Continua per Insegnanti: Potenziare la formazione continua degli insegnanti, fornendo opportunità di aggiornamento e sviluppo professionale per garantire la qualità dell’insegnamento e l’adozione delle migliori pratiche educative.
  • Inclusione e Accessibilità: Promuovere l’inclusione di studenti con disabilità e bisogni speciali attraverso l’adeguamento delle strutture e delle metodologie didattiche. L’obiettivo è garantire che tutti gli studenti abbiano pari opportunità di accesso all’istruzione e di partecipazione al processo formativo.
  • Investimenti in Infrastrutture: Migliorare le infrastrutture scolastiche, creando ambienti sicuri, confortevoli e attrezzati per favorire l’apprendimento e lo sviluppo dei giovani.
  • Potenziamento della Ricerca: Sostenere la ricerca educativa e pedagogica per guidare l’evoluzione del sistema educativo e la creazione di programmi formativi all’avanguardia.
Azioni di prevenzione e contrasto alla dispersione scolastica (D.M. 170/2022)
Descrizione avviso/decreto Il decreto del Ministro dell’istruzione 24 giugno 2022, n. 170, ha individuato 3.198 istituzioni scolastiche beneficiarie di finanziamento per la realizzazione di “Azioni di prevenzione e contrasto della dispersione scolastica” per uno stanziamento pari a complessivi 500 milioni di euro. Tali azioni consistono nella progettazione e realizzazione di percorsi di mentoring e orientamento, percorsi di potenziamento delle competenze di base, di motivazione e accompagnamento, percorsi di orientamento per le famiglie, percorsi formativi e laboratoriali co-curricolari, organizzazione di team per la prevenzione della dispersione scolastica, rivolti a studentesse e studenti a rischio di abbandono scolastico. Con nota prot. n. 60586 del 13 luglio 2022 il Ministro dell’istruzione ha diramato gli “Orientamenti per l’attuazione degli interventi nelle scuole” in relazione all’attuazione delle misure di cui al citato decreto ministeriale n. 170 del 2022. Competenze in cantiere per il mio futuro Il progetto mira a contrastare la dispersione scolastica e promuovere il successo formativo, attraverso: – una maggiore motivazione di ciascun alunno, rafforzando inclinazioni e talenti, anche attraverso alleanze e sinergie con l’extrascuola e le risorse del territorio; – combattere la dispersione implicita recuperando e rafforzando conoscenze e competenze di base irrinunciabili. Il progetto muove dalla rilevazione e dall’analisi dei fattori che incidono sui fenomeni dell’abbandono e della dispersione nel contesto territoriale di riferimento della nostra istituzione scolastica. Il contesto socio-economico e culturale di appartenenza degli studenti dell’Istituto è di livello medio-basso, con situazioni di chiara marginalità sociale che riguardano, in particolare, sia famiglie a basso reddito che famiglie con background migratorio. E’ cresciuto infatti negli ultimi anni il numero degli studenti con cittadinanza non italiana che rischiano di fuoriuscire dai circuiti della legalità, ove non adeguatamente motivati con attività laboratoriali co-curriculari e supportati con percorsi personalizzati individuali e/o a piccoli gruppi. Si riscontra inoltre un numero sempre più elevato di alunni iscritti con bisogni educativi speciali (vedasi PAI di Istituto ) che necessitano di interventi mirati e diversificati per la prevenzione o il contenimento di varie forme di disagio, dalla condizione di helplessness a comportamenti di aggressività auto ed eterodiretta. Inoltre l’analisi dei dati presenti nel RAV e gli esiti delle prove standardizzate INVALSI evidenziano criticità non trascurabili nell’area linguistica e matematica, particolarmente evidenti nel biennio, alle quali si aggiungono irregolarità nella frequenza e difficoltà di apprendimento, con conseguente elevato rischio di insuccesso ed abbandono scolastico. Destinatari del presente progetto sono tutti gli studenti con fragilità, cui saranno garantiti interventi funzionali agli specifici bisogni. Per colmare i gap rilevati, si attiveranno percorsi di rimotivazione, riorientamento, recupero e rafforzamento delle competenze di base, attività didattico-laboratoriali. Risultati attesi Nell’ambito della promozione della persona: superamento dell’helplessness; ri-scoperta delle proprie potenzialità; incremento della frequenza scolastica; crescita dell’interesse per tutte le attività proposte in ambito scolastico; migliore interazione con la realtà di riferimento; complessiva crescita culturale ed educativa. Nell’ambito dello sviluppo delle competenze: recupero/rafforzamento delle competenze di base, sia linguistiche che logico-matematiche; sviluppo e potenziamento delle competenze trasversali e di indirizzo; empowerment delle soft skills. Per raggiungere tali obiettivi ci si avvarrà di esperti interni ed esterni, si favoriranno progetti di rete con altre istituzioni scolastiche, in particolare con le scuole medie di provenienza degli allievi, si cercherà di valorizzare le risorse del territorio per il miglioramento e l’arricchimento dell’offerta formativa di Istituto con la progettazione di interventi che permettano di integrare percorsi di apprendimento curriculari ed extracurriculari. Le azioni saranno connotate da tempismo. A tal fine la cabina di regia del team dovrà raccogliere tutti i segnali, anche flebili che denotino potenziali rischi di situazioni di disagi e/o fragilità, spesso sottovalutati, definendo programmi personalizzati.
Piano Scuola 4.0 - Azione 1 - Next generation class - Ambienti di apprendimento innovativi
Descrizione avviso/decreto L’Azione 1 “Next Generation Classrooms” ha l’obiettivo di trasformare almeno 100.000 aule delle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondarie di secondo grado, in ambienti innovativi di apprendimento. Ciascuna istituzione scolastica ha la possibilità di trasformare la metà delle attuali classi/aule grazie ai finanziamenti del PNRR. L’istituzione scolastica potrà curare la trasformazione di tali aule sulla base del proprio curricolo, secondo una comune matrice metodologica che segue principi e orientamenti omogenei a livello nazionale, in coerenza con gli obiettivi e i modelli promossi dalle istituzioni e dalla ricerca europea e internazionale. MY DIGICLASS/OUR DIGIWORLD Si intende realizzare la trasformazione in ambienti di apprendimento innovativi di 21 aule/spazi scolastici utilizzati per le lezioni curriculari, presenti nelle tre sedi dell’IISS Gorjux-Tridente-Vivante, di cui 11 aule fisse e 10 aree di apprendimento innovativo. Si è scelto di adottare un sistema ibrido: aule fisse ed ambienti di apprendimento dedicati per disciplina di studio. La strumentazione tecnologica AR/VR sarà presente nelle aree di apprendimento dedicate e sarà fruibile in rete, da tutte le studentesse e gli studenti. Gli ambienti saranno caratterizzati da mobilità e flessibilità, con arredi riposizionabili sulla base delle attività disciplinari ed interdisciplinari e delle metodologie didattiche e strategie innovative che i docenti intendono adottare. Saranno anche caratterizzati da una forte impatto della realtà aumentata/virtuale, in considerazione dei dispositivi di rete che si acquisteranno. L’aver partecipato alle precedenti progettualità PON FESR Digital Board e Reti Cablate e Wireless, con cui si é scelto di dotare una parte degli ambienti delle tre sedi di monitor interattivi ed una, la sede Vivante, di cablaggio dei laboratori, permetterà di riservare l’attuale finanziamento ad allestire digitalmente ulteriori classi ed ambienti di apprendimento, anche con dotazione di monitor interattivi, ove mancanti. Ogni aula interessata dall’intervento sarà dotata dei seguenti dispositivi minimi: schermo digitale, laddove non presente, dispositivi per la fruizione delle lezioni anche in videoconferenza, arredi modulari componibili. Si è previsto l’acquisto e l’installazione di dispositivi per la fruizione di contenuti attraverso la realtà virtuale ed aumentata con piattaforma dedicata nei 10 ambienti individuati, access point per potenziare il collegamento wifi in rete, work station per fruizione di contenuti in modalità 3D, olografica e stereoscopica. Le classi fisse individuate dell’Indirizzo Tecnico Tecnologico, saranno dotate dei seguenti dispositivi ulteriori: – indirizzo Grafico e Comunicazione: tavolette grafiche digitali, dispositivi per lo studio delle STEAM; – indirizzo Informatico: dispositivi per l’apprendimento del pensiero computazionale, dell’intelligenza artificiale e della robotica. Le classi fisse individuate dell’Indirizzo Tecnico Economico saranno invece dotate dei seguenti ulteriori dispositivi: – indirizzo Turistico: arredi e strumentazione digitale per la simulazione dell’interazione linguistica, dispositivi digitali per lo studio delle lingue straniere. Gli ambienti di apprendimento saranno dedicati allo studio delle discipline secondo le metodologie didattiche più innovative fondate sull’apprendimento collaborativo, l’interazione sociale tra studenti e docenti, la motivazione ad apprendere ed il benessere emotivo, il peer learning, e sul cognitivismo statunitense, una corrente psicologica che studia i processi cognitivi mediante i quali riceviamo informazioni dall’esterno, dall’ambiente, attraverso i nostri sensi, le facciamo nostre, le immagazziniamo, le elaboriamo e sappiamo anche risolvere nuovi problemi con le competenze acquisite.
Piano Scuola 4.0 - Azione 2 - Next generation labs - Laboratori per le professioni digitali del futuro
Descrizione avviso/decreto L’Azione 2 “Next Generation Labs” è stata finanziata per un totale di euro 424.800.000,00 e ha l’obiettivo di realizzare laboratori per le professioni digitali del futuro nelle scuole secondarie di secondo grado, dotandole di spazi e di attrezzature digitali avanzate per l’apprendimento di competenze sulla base degli indirizzi di studio presenti nella scuola e nei settori tecnologici più all’avanguardia. CAREER LABS – AGISCO, DUNQUE IMPARO! Si intende procedere alla realizzazione di tre laboratori delle professioni, uno per ogni sede dell’istituto, in base alle specificità del curricolo presenti in ciascuna sede, al fine di simulare contesti e luoghi di lavoro reali e potenziare le competenze digitali degli studenti. I tre ambienti professionali saranno dotati di strumentazione avanzata. Le filiere formative su cui si intende investire sono quelle dell’Informatica e Telecomunicazioni, della Grafica & Comunicazione, dell’ Amministrazione Finanza e Marketing / Professionale Servizi Commerciali e Turismo. Gli ambiti tecnologici interessati sono cybersicurezza ed intelligenza artificiale, IoT, creazione di prodotti e servizi digitali (per il settore economico ICT), creazione e fruizione di servizi AR/VR (per il settore economico Turismo e Cultura), economia digitale, e-commerce e blockchain (per il settore economico Servizi Finanziari e Professionali). Il primo laboratorio sarà realizzato nella sede Gorjux e vedrà la creazione di prodotti e servizi digitali. Saranno previste configurazioni hardware e software per sviluppare giochi attraverso i quali trattare contenuti di discipline curriculari e di ambiti interdisciplinari, consentendo così di innovare la metodologia didattica, con approccio di tipo problem posing and solving e la realizzazione di project work. Oltre all’acquisizione di competenze di settore, gli alunni saranno accompagnati nell’approfondimento culturale di tipo scientifico e umanistico attraverso lo sviluppo del videogioco. A titolo esemplificativo e non esaustivo, esploreranno ed approfondiranno in modo innovativo un avvenimento storico ovvero il funzionamento del sistema solare ovvero la struttura di un atomo. Si svilupperanno prodotti innovativi dei settori domotica e robotica tramite l’utilizzo di schede programmabili, oltre alla progettazione di semplici prototipi che simulino, mediante sensori e attuatori, la gestione da remoto dei moderni impianti nell’ambito dell’IoT. Sarà previsto uno spazio dedicato ai droni professionali accessoriati nonché applicativi di gestione. Altro settore economico sul quale si intende investire è quello legato all’economia digitale, all’e-commerce. Trattasi di un Laboratorio da realizzarsi presso la sede Tridente, in grado di abbracciare più ambiti del processo di digitalizzazione del lavoro, con spazi ed arredi mobili e riconfigurabili, attrezzature digitali e disponibilità di programmi software dedicati all’ambito economico-finanziario. Il terzo ed ultimo laboratorio proporrà il setting di una Agenzia di viaggi del futuro. Si realizzeranno aree attrezzate con arredi modulari, distinti per le diverse fasi di offerta: dall’accoglienza del cliente, alla visualizzazione delle mete di viaggio in modalità aumentata e virtuale per la motivazione dell’utente alla realizzazione effettiva del viaggio, alla creazione finale del pacchetto viaggio. Si cercherà pertanto di realizzare Labs che abbraccino più ambiti del processo di digitalizzazione del lavoro, coerenti con gli indirizzi formativi della istituzione scolastica, che si integreranno con i Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento, al fine di qualificare e rendere sempre più coerenti con il fabbisogno del sistema produttivo le competenze in uscita degli allievi dei Settori Tecnico Economico e Tecnologico, nonchè Professionale per i Servizi Commerciali presenti in Istituto, superando così il mismatch tra il mondo della scuola e quello del lavoro.
Animatori digitali 2022-2024
Descrizione avviso/decreto L’articolo 2 del decreto del Ministro dell’istruzione 11 agosto 2022, n. 222, prevede il finanziamento di azioni di coinvolgimento degli animatori digitali nell’ambito della linea di investimento 2.1 “Didattica digitale integrata e formazione alla transizione digitale per il personale scolastico” di cui alla Missione 4 – Componente 1 – del PNRR. A ciascuna istituzione scolastica sono assegnati 2.000,00 euro per l’attuazione di azioni finalizzate alla formazione del personale scolastico alla transizione digitale e al coinvolgimento della comunità scolastica. I fondi coprono le azioni di formazione e affiancamento del personale scolastico, svolte con la collaborazione degli animatori digitali, per gli anni scolastici 2022-2023 e 2023-2024. Animatore digitale: formazione del personale interno Il progetto prevede lo svolgimento di attività di animazione digitale all’interno della scuola, consistenti in attività di formazione di personale scolastico, realizzate con modalità innovative e sperimentazioni sul campo, mirate e personalizzate, sulla base dell’individuazione di soluzioni metodologiche e tecnologiche innovative da sperimentare nelle classi per il potenziamento delle competenze digitali degli studenti, anche attraverso l’utilizzo della piattaforma “Scuola futura”. Le iniziative formative si svolgeranno sia nell’anno scolastico 2022-2023 che nell’anno scolastico 2023-2024 e si concluderanno entro il 31 agosto 2024. E’ previsto un unico intervento che porterà alla formazione di almeno venti unità di personale scolastico tra dirigenti, docenti e personale ATA, insistendo anche su più attività che ,dove opportuno, potranno essere trasversali alle figure professionali coinvolte. Le azioni formative realizzate concorrono al raggiungimento dei target e milestone dell’investimento 2.1 “Didattica digitale integrata e formazione alla transizione digitale per il personale scolastico” di cui alla Missione 4 – Componente 1 – del Piano nazionale di ripresa e resilienza, finanziato dall’Unione europea – Next Generation EU, attraverso attività di formazione alla transizione digitale del personale scolastico e di coinvolgimento della comunità scolastica per il potenziamento dell’innovazione didattica e digitale nelle scuole.

Avvisi pubblici:

Skip to content