In riferimento alla Circolare MIUR  N. 24344  del 23/09/2022  si comunica che il termine per la presentazione della domanda  agli Esami di Stato 2022/2023  per i candidati interni è stato fissato al 30 NOVEMBRE 2022.

La domanda dovrà essere compilata, secondo il modulo allegato, e corredata dalla ricevuta del versamento di € 12,09 da effettuare sul c/c 1016 (bollettino prestampato da richiedere all’uff. postale,  da intestare a: Agenzia delle entrate – Centro Operativo di Pescara – Causale: tasse scolastiche).

Si può essere esonerati dal pagamento delle tasse per l’esame di stato qualora si fosse in possesso di uno dei seguenti requisiti previsti dall’art. 200 del T.U. 297/1994:

  • per meriti scolastici: gli alunni che allo scrutinio finale dell’anno scolastico 2021/2022 hanno conseguito una votazione pari o superiore a 8/10. Nella media si computa il voto di condotta che non deve essere inferiore a 8/10;
  • per motivi economici: qualora il reddito familiare prodotto nell’anno solare precedente a quello in cui viene chiesto l’esonero, non sia superiore ai limiti fissati annualmente da apposita circolare ministeriale;
  • per appartenenza a speciali categorie di beneficiari: orfani di guerra, di caduti per la lotta di liberazione, di civili caduti per fatti di guerra, di caduti per causa di servizio o di lavoro; figli di mutilati o invalidi di guerra o per la lotta di liberazione, di militari dichiarati dispersi, di mutilatati o di invalidi civili per fatti di guerra, di mutilati o invalidi per causa di servizio o di lavoro; ciechi civili; coloro che siano essi stessi mutilati od invalidi di guerra o per la lotta di liberazione, mutilati od invalidi civili per fatti di guerra, mutilati od invalidi per causa di servizio o di lavoro;
  • studenti stranieri che si iscrivono negli istituti e scuole statali ed i figli di cittadini italiani residenti all’estero che vengono a svolgere gli studi in Italia (la dispensa è concessa a condizione di reciprocità).

I  benefici previsti per l’esonero dalle tasse scolastiche si perdono per gli alunni che incorrano nella punizione disciplinare della sospensione superiore a cinque giorni od in punizioni disciplinari più gravi. I benefici stessi sono sospesi per i ripetenti, tranne in casi di comprovata infermità.

Sono ammessi agli Esami di Stato gli alunni dell’ultima classe che nello scrutinio finale conseguano una votazione non inferiore a 6/10 in ciascuna disciplina e nel comportamento e che abbiano frequentato tre quarti dell’orario curriculare personalizzato.

Per ragioni organizzative la domanda, unitamente all’attestato del versamento della tassa d’esame, dovrà essere fatta pervenire, tramite il docente coordinatore di classe, alla segreteria didattica.

Da un controllo dei fascicoli personali è emerso che manca, per molti alunni, il diploma originale di terza media, indispensabile per sostenere l’Esame di Stato, ragion per cui si evidenzia l’urgenza di ritirarlo dalla Scuola Secondaria di I grado di provenienza, ove non già acquisito, e consegnarlo presso la segreteria didattica dell’Istituto.