Nell’aula Leogrande dell’Università di Bari, nell’ex Palazzo delle Poste, sono stati premiati i vincitori del concorso scolastico «La scuola che vorrei» , organizzato dal laboratorio di Documentazione delle testimonianze di cultura intellettuale e materiale diffusa nel Mezzogiorno «E. Bosna» e patrocinato dal Comune di Bari, da Puglia Promozione e dal Cirpas – Centro Interuniversitario di Ricerca “Popolazione, Ambiente e Salute” dell’Università di Bari. Hanno partecipato, tra gli altri, il presidente della commissione Cultura Giuseppe Cascella; Vittoria Bosna, docente di Storia della pedagogia all’Università di Bari e ideatrice del progetto; il rettore dell’Università di Bari Stefano Bronzini. A partire dalle 15 si è anche tenuto un seminario per ricordare la figura di Ernesto Bosna, storico della pedagogia e docente dell’Università barese a 10 anni dalla scomparsa.

Gli studenti che hanno partecipato al concorso hanno prodotto disegni, cortometraggi, progetti digitali e quant’altro la sensibilità giovanile ha saputo esprimere durante il periodo pandemico, e sono stati selezionati da un comitato composto da docenti dell’Ateneo barese e da esperti nel campo della comunicazione. I premi sono stati attribuiti ai migliori prodotti delle sezioni disegno, cortometraggio, fotografia, progetti digitali. Hanno partecipato gli studenti di I e II grado degli istituti Gorjux Tridente Vivante, ISS Galileo Ferraris di Molfetta e Istituto Comprensivo Mazzini/Modugno.

Fonte: Corriere del Mezzogiorno