Il giorno 24 novembre, alle ore 09.30, è prevista la premiazione della prima edizione del concorso “La scuola che vorrei” presso l’ex Palazzo delle Poste di Bari.

Il concorso “La scuola che vorrei” – organizzato dal Laboratorio di Documentazione delle Testimonianze di Cultura Intellettuale e Materiale Diffusa nel Mezzogiorno (CIRPAS) per commemorare la figura di Ernesto Bosna, rimpianto storico della Pedagogia barese – è stato rivolto alle scuole medie inferiori e superiori.

Gli studenti hanno partecipato al concorso “La scuola che vorrei” producendo disegni, cortometraggi, progetti digitali e quant’altro la sensibilità giovanile, acuita dal periodo pandemico e dal relativo lock down, ha saputo esprimere. Un’occasione anche per gli adulti affinché comprendano quali siano le aspettative delle future generazioni nei confronti del mondo della scuola, istituzione spesso in ritardo con i necessari cambiamenti funzionali alla crescita sociale.

Il Comitato di valutazione del concorso scolastico “La scuola che vorrei” è stato formato da docenti dell’Ateneo barese e da professionisti nel campo della comunicazione e nell’uso di ogni strumento massmediale che hanno scrupolosamente selezionato i contributi degli studenti di scuola media inferiore e superiore.

I premi consistenti in computer, tablet, macchine fotografiche e medaglie verranno attribuiti ai migliori prodotti delle varie sezioni – disegno, cortometraggio, fotografia, progetti digitali -; parte dei premi sono stati offerti dagli sponsor della manifestazione (Allianz Assicurazioni; Axa Assicurazione).

Il 24 novembre alle ore 10.00 presso l’ex Palazzo delle Poste di Bari saranno presenti gli studenti vincitori, i docenti e i dirigenti scolastici delle scuole partecipanti, che saranno premiati dagli organizzatori e dalle autorità presenti. Per l’occasione, nella sede dell’ex Palazzo delle Poste di Bari è stata allestita una mostra con tutti gli elaborati, i prodotti artistici e i contribuiti che gli studenti hanno realizzato per partecipare al concorso “La scuola che vorrei”.

Nel primo pomeriggio del 24 novembre, a partire dalle ore 15.00, presso l’ex Palazzo delle poste di Bari, in occasione del premio “La scuola che vorrei” è stata organizzato un incontro seminariale durante il quale si ricorderà la figura e l’opera del compianto Ernesto Bosna, storico della Pedagogia e docente dell’Università di Bari, studioso delle dinamiche di acculturamento delle masse nel Mezzogiorno.

Presenti alla tavola rotonda pomeridiana prevista in occasione del concorso “La scuola che vorrei” i seguenti studiosi:

Roberto Sani, Università degli Studi di Macerata;Raffaele Chiarelli, Università Unimarconi di Roma; Luigi Aurelio Pomante, Università degli Studi di Macerata;  Franca Pesare, Università degli Studi Aldo Moro di Bari; Alberto Barausse, Università degli Studi del Molise; Anna Ascenzi; Università degli studi di Macerata; Elvira Campanella, Università degli Studi Aldo Moro di Bari; Antonella Cagnolati, Università di Foggia; Pietro Iaquinta, Università della Calabria; Giovanna Da Molin, Presidente onorario CIRPAS; Francesco Forliano Ispettore scolastico.

La manifestazione viene realizzata col Patrocinio di: Comune di Bari, Puglia Promozione, CIRPAS, SPES e SIPSE..

La comunità è invitata a partecipare, in osservanza delle disposizioni anticovid.